Toshiba Satellite U200-145

INTRODUZIONE

Ciao a tutti, oggi vedremo come dare nuova vita ad un notebook un po’ datato, ma ancora molto utile per l’uso “medio” di un notebook.
Ecco a voi il TOSHIBA SATELLITE U200-145.

PRO
E’ un notebbok di 12 pollici abbastanza leggere per i “suoi tempi”, buona durata batteria e con qualche chicca: la firewire e lo scanner del dito per una maggiore sicurezza. La risoluzione dle monitor è di 1280×800.
Il notebook è uscito nel maggio 2006 ed è ormai considerato “obsoleto”, vedremo.

CONTRO
Ovviamente nessun collegamento veloce (usb 3.0, thunderbolt, o cose del genere)
Solo uscita video VGA
No webcam

IDEALE PER
Chi usa il computer come macchina da scrivere (la suite office va benissimo), per Skypre (con webcam esterna), per navigare in internet
Chi vuole giocare a game un po’ datati: Monkey Island, Age of Empire e via dicendo.
Chi possiede telecamere video MiniDV, con software di montaggio molto semplici e senza troppe pretese.
Chi gestisce un sito con un CMS tipo wordpress (filezilla, aptana, browser)

UPGRADE HARDWARE

Configurazione base:
CPU: Intel Centrino Duo T2300, 1.66 GHz, su chipset intel 945 PM Express
RAM: 521 MB ddr2 (533Mhz)
Video: integrata
HDD: 80 GB, 5400rpm
OS: windows XP

Aggiornamento SteveAggiustacomputer:
SSD: kingston SSDnow V300
RAM: 4 GB (2x2GB) Kingston ktt667d2/2g ddr2 (667Mhz)
OS: win7
Costo: 130 €

Andremo a sostituire la RAM e l’HDD, poi vedremo come si comporta il notebook, attraverso quelli che sono i tipici usi di un computer di una persona “normale” (leggasi “newbie”) e non attraverso complicati grafici (quelli li lasciamo ad altri forum o blog, molto più specializzati di noi).

toshiba-satellite-u200-145-1

Il notebook

Iniziamo ad aggiornare l’hardware. Cominciamo con l’SSD. Sul retro dobbiamo svitare una vite a croce per accedere al vano disco.

toshiba-satellite-u200-145-2

HDD

Scolleghiamo ed estraiamo il vecchi HDD, liberiamo dalla staffa, mettiamo la staffa al nuovo SSD, inseriamo il Kingston V300 (mi raccomando nel verso giusto), colleghiamolo e mettiamo il coperchio di plastica. Esistono molti SSD, la scelta è caduta sul Kingston per il rapporto qualità-prezzo. La scelta dell’SSD deve essere valutata, secondo l’uso che si farà del notebook.

toshiba-satellite-u200-145-3

Vano Hdd

toshiba-satellite-u200-145-4

Svitare le viti sui due lati della staffa

toshiba-satellite-u200-145-5

inserire l’SSD nella staffa e avvitare

toshiba-satellite-u200-145-6

Inserire nel vano

toshiba-satellite-u200-145-7

Lo vedete dietro la griglia di plastica?

Adesso andiamo a cambiare la RAM. In questo notebook si trova sotto la tastiera. Bisogna rimuovere la plastica della tastiera per trovare le viti da togliere.

toshiba-satellite-u200-145-8

sollevare la plastica delicatamente

Svitiamo le viti e ribaltiamo la tastiera delicatamente per non tirare i contatti. Nei notebook tutti i cavi sono molto corti, per evidenti problemi di spazio, quindi gli spostamenti devono essere piccoli e delicati per non “stressare” i collegamenti. Poi svitiamo le viti per accedere al vano RAM.

toshiba-satellite-u200-145-9

svitare

A questo punto rimuoviamo la RAM vecchia allargando il sistema “a scatto”, tipico dei banchi RAM. Rimuoviamo e inseriamo delicatamente la nuova RAM Kingston. Per capire se abbiamo inserito correttamente, basta controllare che il sistema a scatto si chiuda correttamente sulle nuove ram. Abbiamo optato per una soluzione a 4GB (2x2GB) perché è stata un offerta in un negozio di informatica. Ma il processore di questo notebook è un processore a 32 bit, quindi il nostro sistema operativo (win7 32 bit) non riconoscerà ne utilizzerà tutta la ram disponibile. Quando cambiate la RAM accertatevi dell’architettura della CPU e della compatibilità con il Sistema operativo che volete utilizzare.
Inseriti i due banchi di RAM, avvitiamo il coperchio di metallo del vano RAM, riposizioniamo la tastiera, avvitiamo e inseriamo la parte plastica.

toshiba-satellite-u200-145-10

liberare la ram

toshiba-satellite-u200-145-11

inserire la nuova RAM

toshiba-satellite-u200-145-12

chiudere

toshiba-satellite-u200-145-13

avvitare

toshiba-satellite-u200-145-14

riposizionare la plastica

Ok fatto questi passaggi, abbiamo completato il nostro “upgrade”. Non rimane che istallare il sistema operativo. Win7. Il sistema operativo è uno strumento d’uso quotidiano e continuativo, per questo consiglio sempre di utilizzare software originale. Basta fare il calcolo delle ore che utilizzate il computer e il costo del vostro OS per capire che è un costo bassissimo. E non dimenticate che l’uso di software contraffatto è “contro la legge”.

SISTEMA OPERATIVO

Dopo aver istallato il sistema operativo (win7 32 bit, visto che il processore centrino duo t2300 ha un archietttura a 32 bit), andiamo a controllare che tutti i dispositivi siano istallati correttamente. Ma purtroppo non è così.
(pannello di controllo\sistema\gestione dispositivi)

toshiba-satellite-u200-145-15

dispositivi non riconosciuti

Abbiamo questi problemi:

  1. Biometric processor: Biologon Finger-Print-Scanner Software provided from Toshiba, ossia lo scanner d’impronta digitale (ID hardware: USB\VID_0483&PID_2016).
  2. Controller memoria di massa: Flash Media Driver, ossia Texas Instruments PCIxx12 Cardbus Controller, scheda PCMCIA (ID hardware: PCI\VEN_104C&DEV_803B&CC_0180)
  3. Dispositivo sconosciuto: Toshiba HDD Protection  -Shock Sensor Driver (ID hardware: ACPI\TOS620A)
  4. Dispositivo sconosciuto: Bluetooth ACPI (ID hardware: ACPI\TOS6205)

Quando abbiamo problemi di driver, andiamo a verificare sul sito del produttore se ci sono i driver per il nostro sistema operativo. Per questo modello lo sviluppo dei driver si è fermato a windows Vista sia 32 che 64 bit. I driver per windows vista 32 bit, sono andati bene anche per win7 32 bit.

DRIVER per win7/vista 32 bit

Se nel pagina del produttore del notebook non trovate i driver, andate anche nei siti dei produttori delle varie parti del notebook (intel, texas instruments, atheros. etc…). Per un corretto funzionamento del notebook, è importante avere driver certificati e aggiornati. Ma se non trovate niente comunque, potete provare con i driver di seguito (per me hanno funzionato, ma non è detto che funzionino a tutti, per sempre e per tutti i dispositivi). Già che ci sono inserisco anche alcune utility che potete tranquillamente non istallare.

  1. Acoustic Silencer, utility sviluppata da Toschiba per ridurre il rumore dell’unità ottica (ver 2.00.02) (assolutamente inutile).
  2. Assist, utility di assistenza e controllo del notebook (ver 2.00.01) (assolutamente inutile)
  3. Atheros wireless LAN adapter, driver per wireless atheros (ver 7.7.0.228.0) (win7-32bit)
  4. Bios,(ver 3.70-WIN) (FARE ATTENZIONE)
  5. Bluetooth Monitor, driver e gestione Bluetooth (ver 300-2006110) (testato prova)
  6. Button support, Consente di personalizzare e preimpostare le impostazioni per i pulsanti TOSHIBA (ver N/A)
  7. Config Free, utility di controllo e gestione delle connessioni (ver 7.00.23) (può essere utile)
  8. Display driver, driver di controllo e gestione del display (ver 7.14.10.1227)
  9. Fingerprint Software, driver e software per lo scanner del dito (ver 5.6.0.3221) (testato nella prova)
  10. Flash Media Driver, driver per lo slot dei flash media (ver 2.0.0.6) (testato nella prova)
  11. HDD Protection Utility, driver del sensore di protezione dei dischi (ver 2.0.0.7) (testato nella prova)
  12. Modem driver, (ver SM2173ALD07)
  13. Service station, utility che informa sugli update da fare (ver 2.2.14) (inutile)
  14. Sound driver (ver 6.10.01.6000)
  15. TEMPRO, è un servizio software che offre indicazioni per ottimizzare le prestazioni del notebook e fornisce informazioni tempestive sulle novità software e gli aggiornamenti dei driver (ver 2.3.0) (inguardabile)
  16. Touch Pad Driver (ver 7.0.302.3)

Insomma alla fine dobbiamo avere tutti i dispositivi riconosciuti.

toshiba-satellite-u200-145-16

tutti i dispositivi riconosciuti

TEST D’USO PER PERSONE NORMALI

Nel grafico possiamo vedere come risponde il notebook nell’orizzonte di utilizzo comune. Sono stati istallati: avast antivirus free, vlc, office standard 2010, adobe reader XI, skype (accesso all’avvio), dropbox, chrome.

grafico-toshiba-u200-145

Un notebook che può ancora essere molto utile

CONCLUSIONI

Magari è un po’ obsoleto, ma può ancora essere comodamente usato per applicazioni tipicamente Office. Con questa configurazione e un buon utilizzo, questo notebook ha ancora molti anni davanti a sé.

Leave a Comment

Your email address will not be published.