Bominaco – Estasi nascoste

CAST
Stefano Scipioni, regia
Andrea Cordoni, direttore fotografia
Lorenzo Mazzaufo, sound
special thanks to Valentina Scipioni and Alberto Bonelli
una produzione Zu Creative lab. 2012

L’oratorio di San Pellegrino in provincia di L’Aquila, un universo policromo che lascia senza fiato.
Il video è realizzato per il contest creativo “Portiamo alla luce i beni invisibili” di Fondazione Telecom Italia in collaborazione con Zooppa.

“Bominaco – Estasi nascoste” ha vinto il secondo premio ex-aequo del valore di 2.000$.

«Per la splendida qualità evocativa delle immagini che rappresentano l’affresco policromo dell’Oratorio di San Pellegrino ( Aq)»

L’oratorio di San Pellegrino, si trova a Bominaco in provincia de L’Aquila. La struttura risale al X sec, mentre gli affreschi vanno dal XII al XV secolo. Benché l’esterno dell’Oratorio di San Pellegrino si presenti austero nella sua semplicità, al suo ingresso, il visitatore si trova immerso in un affrescato universo policromo che lo avvolge lasciandolo attonito.
Gli affreschi sono stati realizzati sia sulle pareti laterali che sulle volte del tetto senza soluzioni di continuo. Numerosi sono i temi raffigurati seguendo come filo discorsivo la vita di Gesù Cristo. Vengono così rappresentati la scena dell’Annunciazione, la Natività, la presentazione di Gesù al Tempio, l’ingresso trionfale a Gerusalemme la Domenica delle Palme, l’Ultima Cena, la lavanda dei piedi, il tradimento di Giuda, la deposizione e la sepoltura del Cristo. Non sono invece raffigurate le scene che riguardano la Crocefissione e la Resurrezione. L’oratorio è stato da poco restaurato. La visita dell’oratorio è garantita da custodi che abitano nel paese adiacente, che si devono contattare tramite numero di cellulare, non rientra in nessun circuito turistico, di studio o di valorizzazione. Nonostante l’importanza e la bellezza, nonostante il restauro, forse per la difficoltà a raggiungere il posto e i custodi, rimane un bene invisibile di inestimabile valore e una “perla” rarissima dell’arte medievale mondiale.

Leave a Comment

Your email address will not be published.